Cerca
  • Washers

Materiali per guarnizioni industriali: cosa c’è da sapere

L’azienda modenese Washers ci spiega i diversi materiali che vengono utilizzati durante la produzione di rondelle e guarnizioni per i settori industriali di distribuzione


La manifattura italiana si contraddistingue da sempre per la qualità del materiale e di come questo venga lavorato per poter produrre elementi che, seppur di piccole dimensioni, risultano fondamentali per il funzionamento di grandi macchinari di vari settori industriali.


Questo accade anche da Washers, produttore di guarnizioni industriali da oltre 30 anni. I settori industriali di riferimento e di distribuzione per questa attività sono vari: dal ceramico al chimico, dalle bullonerie all’automotive, dalle ruote industriali all’oleodinamico. La pluriennale esperienza ha portato questa azienda modenese ad arricchire il proprio range di materiali utilizzati per fabbricare rondelle, o-ring e guarnizioni di ogni tipo.


Suddividiamo intanto i materiali metallici dai materiali non metallici: tra i primi non possono mancare il rame, l’ottone, il bronzo e l’alluminio, i più comuni per quanto riguarda la produzione di rondelle. Inoltre, data la sempre maggiore richiesta da parte di un mercato in continua espansione, possiamo trovare l’acciaio al carbonio, l’acciaio inox, l’inconel, il titanio e infine il cosiddetto duplex o super duplex.



La seconda categoria di materiali utilizzati da Washers, si compone di elementi non metallici, per la maggior parte plastici ma non solo: spiccano il PVC, il PLT e il nylon, seguiti da altri meno comuni quali il PTFE, il NBR o SBR, il sughero, i materiali esenti da amianto, la grafite e infine il mylar.


Chiaramente, data l’ampia scelta offerta, è necessario selezionare il materiale più adatto al proprio settore, sia in termini di prestazioni fisiche, meccaniche e chimiche, sia in termini di efficienza.

Generalmente il metallo è uno degli elementi più adottati dalle aziende, in primo luogo per la buona conduzione di calore ed elettricità, ma anche per la sua notevole resistenza meccanica e l’efficiente tenuta nei confronti di acidi corrosivi.


Da anni ormai il rame è uno dei materiali più utilizzati nell'oleodinamica: le rondelle in rame hanno una tenuta davvero importante ed è noto a tutti che si tratta di un materiale ad altissima conduttività.

La sua flessibilità, resistenza e robustezza vengono garantite dalle lavorazioni eseguite dai tecnici specializzati di Washers, grazie ai diversi trattamenti a cui le minuterie in rame sono sottoposte come ad esempio la ricottura e la burattatura.



Per maggiori informazioni sulle rondelle in rame prodotte e confezionate da Washers, consulta il sito internet dell’azienda: www.washers-italia.it